Let’s discover one great Italian gluten free blog together!

Today I invite you to discover with me one Italian gluten free blog that I love, Eppur non c’è. Eppur non c’è is the brainchild of Silvia, a beautiful, smart Italian cook. She dreamt of becoming a professional cook since she was little and today she’s made her dream come true! If you have a look at her blog, you will see the amazing, delicious recipes that she creates every day. Besides her story is inspiring. Let’s read it together in my interview to her.

Silvia of Eppur non c'è: italian gluten free recipes blog

(VERSION IN ITALIANO DELL’INTERVISTA A SEGUIRE)

Chiara: Why gluten free?

Silvia: It’s not a choice, I was diagnosed with celiac disease when I was 11 years old. Since then I have always been on a gluten free diet. I know that it can be tough accepting it even though I don’t consider it a “disease”. When I was young, I spent years feeling ashamed to talk about it to my friends, especially when I went out. I felt I was “different” and I didn’t like the feeling. I could never eat pizza for example. So the questions started to flow and I felt embarrassed to answer them. I didn’t want to talk about it. I just wanted to chill out on an evening out and sped a nice moment with my friends! I have to say that 25 years ago, in Italy, it was tough to find gluten free products. You had to go to pharmacies to buy them and sometimes even order them in advance.

One day I decided to apply to the secondary school called “Alberghiera”, I wanted to become a professional chef but I was told I could not attend it because they didn’t have a program for people with celiac disease.

Growing up I started to see it from a different point of view. I wanted to be able to cook all those dishes and desserts that I saw at the restaurant but I couldn’t eat.

I started to imagine their flavour, their texture, I asked my friends to describe them to me so that I could make them at home. In time I became good at cooking and people who tasted my dishes, they didn’t notice any difference; at the beginning they didn’t believe that they were gluten free. Today things have so much improved, gluten free products are better now and when I cook, I always try to have a balanced diet. I am careful to add the right amount of flours and fibres for example. My gluten free diet is mindful and healthy.

Chiara: What is Eppur non c’è?

Silvia: Eppur non c’è was born from the reaction of some of my friends who tasted a dish I made with homemade fresh gluten free pasta. After tasting it, they didn’t believe that it was gluten free so I simply said: “Eppur non c’é…Yet there isn’t…!” In that exact moment, I got the idea of creating a blog, where I could put all that I loved: my recipes, my thoughts, the lunch and dinner that I prepare every day for my family, what inspires me, all of my world! And I share it with much Love.

Chiara: What is the gluten free food that you love the most?

Silvia: A “bombolone” (the Italian version of a donut). It was fresh, stuffed with cream! I don’t know if it was the best thing that I have ever eaten or just the one thing that I wanted the most. I would say the latter.  I found it during the Gluten free fair in Rimini last year. I felt like a child again, that sensation while eating it was great! I would never forget it!

Chiara: Gluten free is…

Silvia: It’s a discipline, at the end I accepted it and today I am completely fine with it. When you know you have limits, you get to transform them into your strength. Being celiac at that young age, it has helped me to grow and become stronger. My “disease” has become my “sponsor”!

Chiara: What’s your next challenge?

Silvia: I would like to become well known with my blog, I know I don’t have lot of time to blog as I have two little daughters of 2 and 3 and half years. I help my husband in his job. But in the end, who has time today??!! So I will keep continuing developing new gluten free recipes, writing about my feelings and the stories of my life. This is who I am. It’s not fame that I am looking for or being selected to be part of TV shows like Master chef in Italy for example. I would love to know that people are making my recipes, that they like them, that they make their gluten free life easier. I would like that they don’t go through what I experienced by eating nasty gluten free food for years!  That would be a great, meaningful result to me.

pS Discover what a delicious gluten free recipe Silvia has shared with us, it’s right here.

drawing for the gluten free blog eppur non c'è

Chiara: Perché senza glutine?

Silvia: La mia non è stata una scelta, sono celiaca dall’età di 11 anni e seguo la dieta scrupolosamente. So quanto sia duro il periodo di accettazione della malattia, anche se io non la considero proprio tale. Ho passato una adolescenza in cui provavo vergogna ad uscire a cena per la difficoltà di adeguarmi, mi sentivo diversa perché, puntualmente, ogni volta che si andava a mangiare la pizza, io non potevo mangiarla e partivano le domande di rito. Io volevo svagarmi con i miei amici! Non sentirmi una cavia da laboratorio, vi parlo poi di più di 25 anni fa, allora non si conosceva quasi per nulla. Era impossibile trovare prodotti senza glutine se non nelle farmacie specializzate e solo su ordinazione!

Ma nonostante gli inghippi io ho iniziato a vedere la cosa sotto altri punti di vista.

Certo, mi era cambiata la vita, soprattutto perché fui rifiutata dall’Istituto Alberghiero a causa della loro impreparazione sulla faccenda. Così addio sogni da chef!

Ma dentro me ha sempre pulsato il desiderio di cucinare, di creare.

Vi diró che l’essere celiaca mi ha aiutato a sviluppare certe affinità in cucina. Perché vedere e basta certi piatti al ristorante, senza mai poterli assaggiare… mi portava ad immaginarne il sapore, me lo facevo descrivere bene, nei minimi dettagli da chi era presente e poi lo riproducevo a casa.

Chi lo assaggiava non notava poi tutte queste differenze, ora poi ci sono prodotti eccellenti, per cui cucino di tutto e per tutti senza glutine, con un’attenzione particolare al bilanciamento tra fibre e farine, naturalmente anche a tutti gli altri ingredienti.

Una dieta senza glutine consapevole e sana.

Chiara: che cos’é eppur non c’è?

Silvia: Eppur non c’è è la reazione che ha generato un piatto di pasta fresca senza glutine ad amici non celiaci che io ho preparato. Dopo averlo assaggiato non credevano che fosse un piatto gluten Free così, semplicemente, io risposi “eppur non c’è”! Da lì il colpo di fulmine e decisi di creare un blog, il mio spazio dove mettere un pezzo di me. Quello che finora era stato represso. Il mio mondo! Io cucino e parlo di me e tutte le ricette fanno parte della mia vita, delle mie ispirazioni, delle mie cene in giardino, del cibo di ogni giorno. Condivido amore.

Chiara: il cibo più buono senza glutine che tu abbia mai mangiato è…

Silvia: Un bombolone. Una ciambella fritta ricca di crema pasticcera, appena fatto! Non so se sia realmente stata la cosa più buona che abbia mai mangiato. Ma di sicuro è quella che desideravo da più tempo, che non avevo mai fatto e lo trovai in fiera a Rimini al Glutenfree Expo. Improvvisamente mi sentii rapita da quel sapore, quasi dimenticato, mi vedevo piccola, come se il tempo fosse tornato indietro! Che sensazione! Indimenticabile!

Chiara: Senza glutine è…

Silvia: Una disciplina alla quale mi sono adattata e non mi è mai pesata. Quando impari che hai limiti devi trovare il modo di adattarti e farli diventare il tuo punto di forza.

Ho capito che trovando tanto autocontrollo nel saper rinunciare a tante cose avrei potuto crescere, anche come persona, dando forza anche ad altri aspetti della vita.

Ed alla fine la “malattia” è diventata il mio “sponsor”!

Chiara: Qual’è la tua prossima sfida?

Silvia: Vorrei affermarmi come blogger, pur sapendo che non dispongo di molto tempo libero. Sono una mamma di due bambine di 2 e 3 anni e mezzo, il mio compagno ha un’attività e aiuto in ufficio. Ma chi ne ha di tempo?!?

Quindi continuerò a sfornare ricette, sentimenti e storie, lo farò come lo faccio ora, è la mia vera identità.

Non è la popolarità che desidero, neanche di partecipare a competizioni come Masterchef, quello a cui ambisco è sapere che le persone preparino le mie ricette! Sapere che i miei esperimenti sono piaciuti e che possano far saltare gli anni di gavetta che ho dovuto fare, mangiando cose orripilanti, a chi è celiaco da poco e si trova spaesato nel nuovo mondo Gluten Free.

Questa sarebbe un gran risultato!

Eppur non c’è

Italian gluten free recipes blog

www.eppurnonce.com
Share

Leave a Reply